Questa foto (ufficiale) di Di Maio ha scatenato la bufera

Tanti i commenti nelle ultime ore riguardanti una foto pubblicata sul sito della Farnesina. E la maggioranza di tali commenti non è proprio positiva

Che questo governo abbia dei problemi di comunicazione è ormai noto da tempo. Adesso anche la Farnesina e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ci si mettono per peggiorare le cose. Da qualche ora gira infatti sul web una foto di Giggino impegnato a partecipare in video conferenza al Consiglio degli affari Esteri. Ecco, diciamo che l’espressione assunta nella foto in questione non è proprio da attento partecipante.

La foto che crea risate e commenti

Seduto in poltrona, con la palpebra un po’ calante guarda un punto indefinito, si spera il computer che ha davanti agli occhi. È anche a distanza di sicurezza da mouse e tastiera. Qualcuno si è chiesto addirittura se sappia usarli. Risate e scherno da parte di utenti che hanno commentato la foto postata su Twitter dalla Farnesina non sono certo mancati. Danilo Toninelli dei tempi andati non sarebbe forse riuscito a fare peggio.

E subito c’è chi si chiede se davvero noi contribuenti paghiamo 35mila euro per il fotografo della Farnesina. Altri che suggeriscono a Di Maio di assumere un’espressione diversa, perché questa è poco credibile. Forse però era la migliore che era riuscito a trovare dopo ore di prove davanti allo specchio. Qualcun altro assicura che il suo falegname con un vecchio telefonino pagato 30mila lire sarebbe riuscito ad avere un risultato certamente migliore. Insomma, la foto ha scatenato risate e commenti di vario genere. C’è chi addirittura prende la palla al balzo per chiedere se il ministro grillino alla fine sia riuscito a imparare l’inglese. La risposta, più o meno sarcastica, di un altro utente non tarda ad arrivare: “Sta perfezionando l’italiano. Quando acquisisce padronanza del congiuntivo, forse inizia con le lingue straniere”.

Non hanno un amico

Gli utenti del web non ne fanno certo passare mezza ma, c’è da dirlo, questo governo dà anche molti spunti serviti su un piatto d’argento. Qualcuno direbbe che “non hanno un amico”. Non è esatto, qualcuno ce l’hanno, ma forse è peggio di loro. A proposito, Luca Bizzarri, attendiamo tutti un commento alla foto in poltrona di Giggino, dopo quello sulla foto del premier Conte con il giornalista Andrea Scanzi.


Fonte originale: Leggi ora la fonte