Ravenna. 75enne con il covid va al pronto soccorso ma deve attendere 97 ore in condizioni ‘disumane’

Non sono state scuse gratuite quelle del sindaco per le gravi criticità del pronto soccorso. E infatti si susseguono le denunce dei cittadini tra le quali spicca quella di Giulia, nipote di una 75enne che entrata in pronto soccorso con il covid ha dovuto attendere 97ore con l’ossigeno e senza assistenza, per fare i propri bisogni doveva chiamare i familiari al telefono che a loro volta sollecitavano il pronto soccorso ad aiutare la nonna. Un’odissea che purtroppo non è stata la sola a vivere.

Lascia un commento