Ravenna. Basta barattare il diritto alla salute con il diritto all’istruzione

Più e più volte il Comitato priorità alla scuola è tornato a battere il chiodo su quanto recludere a casa i ragazzi delle superiori sia nocivo. E dilagano le proteste dei ragazzi che anziché  restare a casa fanno la dad davanti alla scuola, esposti al freddo dell’autunno che lascia il posto all’inverno. Ieri anche studenti ravennati si sono uniti alla protesta con una manifestazione di fronte all’istituto per geometri ‘Camillo Morigia’.

Lascia un commento