Ravenna. Incubo per una giovane mamma, stalker scrive a Ausl che avrebbe lasciato i figli minori soli a casa per andare a prostituirsi

E’ partito il processo per stalking e calunnia a carico di un 60enne che invaghitosi completamente di una giovane madre l’ha perseguitata per anni arrivando a scrivere – non vedendosi corrisposto – all’Ausl una lettera anonima nella quale sosteneva che la donna lasciava i figli minori a casa per andare a prostituirsi .

 

Lascia un commento