RAVENNA. La Polizia Stradale fa un bilancio del 2020: diminuiti gli incidenti stradali

 

 

Tempo di bilanci per la Polizia Stradale di Ravenna che nel 2020 ha messo in campo complessivamente 1836 pattuglie di vigilanza stradale suddivise tra vigilanza autostradale e viabilità ordinaria.

Massima attenzione alle arterie autostradali (Autostrada A 14 e A 14 dir) e alle strade extraurbane principali (SS 16 Adriatica, SS 309 Romea, SS 67 Tosco romagnola e SS 3 bis Tiberina E 45). Anche l’attività della Polstrada è stata condizionata dalla pandemia da Covid-19 e dalle limitazioni degli spostamenti, con servizi strettamente mirati al controllo del rispetto delle prescrizioni dettate dai DPCM finalizzati al contenimento della diffusione del contagio.

Attività contravvenzionale

Nel 2020 sono state impiegate 1836 pattuglie di vigilanza stradale per accertare e contestare 6379 violazioni alle norme sulla circolazione stradale e 446 violazioni alle misure di contenimento della pandemia da Covid-19, attraverso posti di controllo fissi e dislocati lungo le principali arterie e nei caselli autostradali. Sono state ritirate 157 patenti di guida e 216 carte di circolazione, mentre i punti complessivamente decurtati ammontano a 6512.

Nell’ambito del contrasto alla guida sotto effetto di alcol e sotto l’influenza di stupefacenti sono stati sottoposti a controlli 3585 conducenti, 67 dei quali sono stati sanzionati per guida sotto l’influenza dell’alcool e 6 per guida in stato di alterazione psicofisica per l’assunzione di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Autotrasporto

In linea con gli obiettivi delineati nel Protocollo d’intesa tra Ministro dell’Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, la Polizia Stradale di Ravenna, anche nel corso del 2020, ha continuato a dare impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale.

Sono stati effettuati servizi mirati che hanno portato al controllo di 1504 conducenti professionali. In particolare, poi, sono state accertate 5 manomissioni ai cronotachigrafi (manomissioni finalizzate ad eludere i controlli sul rispetto dei tempi di guida e riposo), nonché 50 violazioni per inosservanze alle prescrizioni imposte dal disciplinare sul trasporto delle merci classificate pericolose.

Operazioni Alto Impatto

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 ai servizi programmati mensilmente a livello regionale dal Compartimento Polizia Stradale di Bologna sono stati affiancati dispositivi specifici pianificati a livello nazionale, secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, su materie particolarmente sensibili per la tutela della sicurezza stradale. Le operazioni in oggetto hanno riguardato i seguenti settori: Cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta; Assicurazione obbligatoria; Autotrasporto nazionale ed internazionale di persone; Trasporto animali vivi; Trasporto di sostanze alimentari; Uso corretto apparati radio e telefoni alla guida di veicoli; Stato di efficienza degli pneumatici; Controllo trasporti eccezionali; Controllo trasporti normativa ADR.

Infortunistica stradale  

L’andamento del fenomeno infortunistico al 31 dicembre 2020 ha fatto registrare una forte diminuzione nel numero complessivo degli incidenti stradali: nel corso del 2020 sono stati rilevati 154 eventi infortunistici, registrando una diminuzione di 89 incidenti rispetto all’anno precedente.

La distrazione alla guida, la velocità non commisurata e la mancata osservanza della distanza di sicurezza sono risultate fra le cause primarie degli incidenti stradali.

Attività di polizia giudiziaria

Le attività di polizia giudiziaria svolte dalla Polizia Stradale di Ravenna sono state finalizzate, in primis, al controllo della regolarità delle attività strettamente correlate alla circolazione stradale: rivenditori di automobili, autodemolitori, carrozzerie, agenzie di pratiche auto. Tale attività ha consentito il controllo di 23 esercizi pubblici con la conseguente contestazione di 470 violazioni amministrative ed un sequestro penale.

Nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno criminale delle truffe e delle frodi nel commercio dei veicoli usati, sono state eseguite tre ordinanze applicative di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di tre cittadini rumeni pluripregiudicati per reati contro il patrimonio. Il sodalizio, composto da persone appartenenti al medesimo nucleo familiare e tutti titolari di imprese di commercio di autoveicoli, era specializzato nella commissione di truffe in danno di numerosi clienti. I criminali, grazie a vari raggiri, riuscivano a conseguire illeciti profitti facendo uso di titoli di credito privi di copertura. L’attività di indagine ha permesso di ricostruire numerose azioni criminose poste in essere dall’associazione fin dall’anno 2015, sull’intero territorio nazionale.

Nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno criminale del furto e del riciclaggio dei veicoli rubati è stata scardinata una compagine criminale composta da quattro cittadini italiani tutti di origine pugliese dediti alla commissione al riciclaggio di numerosi veicoli.  I criminali, anche grazie all’uso di documenti di identità contraffatti e di falsi passaggi di proprietà, riuscivano a conseguire consistenti profitti rivendendo ad ignari acquirenti le auto rubate in più parti del territorio nazionale fin dall’anno 2017. Il soggetto pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, che le indagini hanno evidenziato essere capo del sodalizio, è stato colpito da ordinanza applicativa di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

L’attività di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Ravenna ha portato, nel corso dell’anno 2020, al sequestro di 107 veicoli.

Ciclismo

La Polizia Stradale di Ravenna è stata impegnata in due importanti manifestazioni ciclistiche di rilevanza internazionale. Dal 29 agosto al 5 settembre la Polizia Stradale di Ravenna, congiuntamente al personale di Polizia Stradale di altre sezioni dell’Emilia Romagna, ha effettuato il servizio di scorta al Giro d’Italia Giovani Under 23. Il Comando della Scorta del Giro d’Italia Under 23 è stato gestito dalla Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Ravenna, Vice Questore dr.ssa Caterina Luperto.

Dal 24 al 27 settembre 2020, la Polizia Stradale di Ravenna, unitamente alla Polizia Stradale di Bologna ed al personale di altre Sezioni Polstrada dell’Emilia Romagna, ha effettuato la scorta ai Campionati Mondiali di Ciclismo tenutisi ad Imola. La Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Ravenna, Vice Questore dr.ssa Caterina Luperto, ha comandato il servizio di scorta ai Campionati Mondiali di Ciclismo.

Lascia un commento