RAVENNA. Un progetto per contrastare incidenti stradali causati da alcool e sostanze stupefacenti

 

Nonostante i problemi della pandemia purtroppo le cronache di questi giorni
continuano a riportare notizie relative ad incidenti stradali gravi nel nostro
territorio. Il nostro territorio è attraversato da assi viarii di grande importanza
con una densità di circolazione che rende ancor più sensibile l’attenzione nei
confronti del triste fenomeno dell’incidentalità stradale. Non a caso la nostra
Prefettura tiene molto alta l’attenzione su questi fenomeni coinvolgendo forze
dell’ordine e attori istituzionali ad assumere ad essere particolarmente attenti
alle azioni di contrasto al fenomeno
Ovviamente il grande flusso veicolare rende ancor più stringente l’effetto che i
comportamenti sbagliati degli utenti. Tra questi la distrazione gioca un ruolo
fondamentale, soprattutto quando questa si associa alla velocità e
all’assunzione di sostanze in particolare alcool e stupefacenti.
La nostra amministrazione, con la propria polizia locale è particolarmente
attiva su questo versante con azioni concrete ed investimenti. Intanto sta
proseguendo il progetto di posizionamento di adeguate strutture per il
rilevamento della velocità, ma anche con progetti di altra natura.
In questo senso nella giunta di ieri ho presentato una delibera relativa alla
partecipazione ad un bando della PCDM per la selezione di progetti di
prevenzione all’incidentalità stradale da alcool e droga. Tale bando prevede
infatti l’accesso ad un finanziamento di 300.000,00 euro per mettere in campo
azioni e acquisti di dotazioni per contrastare i fenomeni suddetti.
Qualora fossimo ammessi al finanziamento con questo bando riusciremmo a
mettere in atto una serie di iniziative nel territorio comunale e anche di
coordinamento negli altri comuni della provincia, volte a prevenire e
contrastare l’incidentalità stradale correlata all’abuso di bevande alcoliche e
sostanze stupefacenti. Il progetto, denominato “Troppo tardi per tornare
indietro” e realizzato insieme ai nostri servizi delle politiche giovanili prevede
una serie di azioni diversificate che vanno dalla realizzazione di
cortometraggi a tema, a incontri specifici con gli studenti e all’acquisto di
etilometri con lo scopo di intensificare i controlli delle nostre pattuglie per
prevenire questi fenomeni. Come già detto questo progetto coinvolge anche
la Prefettura e gli Enti locali della nostra Provincia con il Comune di Ravenna
come capofila.

 

Eugenio Fusignani

Vicesindaco di Ravenna

Lascia un commento