REGIONE. La piadina romagnola sbarca nel metaverso e nasce la stura Monia per aiutare le aziende con blockchain e Nft

 

La piadina romagnola sbarca nel… Metaverso. 

Eugenio Giovanardi e Diego De Simone, fondatori della startup Moonia, 

la promuovono con un NFT sottoforma di t-shirt virtuale, riservata ai lettori del libro 

“Siamo tutti non fungibili”. Gli autori: “L’iniziativa è legata alla solidarietà: 

con il ricavato si contribuirà a un progetto sociale o ambientale”. E la nuova startup Moonia 

sta sbancando sul mercato della blockchain, NFT e Metaverso. 

Martedì 24 in uscita con il Sole 24Ore un instant book dei due autori

Le tipicità italiane sono finite anche nello spazio grazie ai nostri astronauti, ma mai prima d’ora la piadina romagnola era sbarcata nel… Metaverso. A far abbattere il muro del web3 a quello che un tempo era considerato dal resto d’Italia “il pane delle vacanze” ed è oggi su ogni tavola del Belpaese, ci hanno pensato i due imprenditori appassionati di tecnologia Eugenio Giovanardi e Diego De Simone. Come ci sono riusciti? Scrivendo il libro “Siamo tutti non fungibili (la guida per il tuo viaggio negli NFT”) e dando in omaggio a chi lo acquista proprio un “non-fungible token” che è anche una t-shirt virtuale raffigurante proprio una piadina romagnola. Il tutto fra l’altro a sfondo benefico.

 

Moonia, la startup “on fire”

Ma il libro e il token sono solo una parte del grande lavoro che i due stanno sviluppando con la nuova azienda in quello che fino a qualche tempo fa era considerato un “nuovo mondo tutto da scoprire” e oggi è già una solida realtà in sviluppo esponenziale. “Da mesi Eshu, attività nata come casa di produzione di spot pubblicitari ed esperienze immersive in realtà virtuale, è al lavoro sulla parte creativa e strategica per sviluppare progetti a tema NFT e Metaverso; Unendo le forze con Botika, una società informatica di San Marino che sviluppa Intelligenza Artificiale e Blockchain (di cui Diego De Simone è uno dei fondatori) e Commercialista Telematico, la più grande Community italiana di commercialisti, con l’obiettivo di creare un laboratorio innovativo che aiuti le imprese interessate a realizzare progetti inerenti al mondo degli NFT, con servizi a 360° che vanno dalla parte creativa, tecnologica fino all’assistenza legale e fiscale” spiega, entrando quindi nel merito: “La startup innovativa si chiama Moonia e prende il nome dal termine “to the moon”, molto utilizzato nel mondo delle cripto e da “munio” che in latino significa costruire. Ci sono pochissime aziende in Italia verticalizzate su questo settore e in appena quattro mesi di vita la nostra startup ha ricevuto un grande riscontro: abbiamo richieste quotidiane per progetti grandi e piccoli e stiamo cercando personale e sviluppatori per riuscire a soddisfarle tutte”.

 

Siamo tutti non fungibili”

“Insieme a Diego De Simone, socio di Botika e cofondatore di Moonia, a settembre abbiamo deciso di scrivere un libro intitolato “Siamo tutti non fungibili” che racconti anche ai neofiti il mondo degli NFT: una sorta di guida pratica sul come funzionano, con tutti i possibili sviluppi dei mercati e dei rischi. Il libro, edito da Goware Editore, è stato presentato ufficialmente venerdì 29 aprile a Firenze ed è stato messo in vendita in libreria e sulle varie piattaforme online, principalmente il canale Amazon sia in versione cartacea che e-book ed è già best seller in diverse categorie” prosegue Giovanardi, rivelando quindi: “Con il libro regaliamo anche un NFT, una sorta di forma di ringraziamento per aver letto il libro e come invito a “sporcarsi le mani”: il token è una t-shirt virtuale per avatar con la scritta ‘Siamo tutti non fungibili’ sul petto e un’immagine della piadina romagnola sulla schiena. L’idea è che puoi indossarla nel metaverso di Decentraland, ma è anche una chiave di accesso per entrare quindi nella nostra community di formazione su Discord. Non solo. Questo lancio di una delle icone della nostra tavola nel Metaverso è legato alla solidarietà: come autori devolveremo infatti tutto il ricavato delle vendite del libro a un’iniziativa sociale sulla salvaguardia dell’ambiente che decideremo insieme ai lettori che avranno reclamato il nostro NFT”.

Il libro sta avendo un tale successo che Eugenio Giovanardi e Diego De Simone sono stati invitati a scrivere anche un instant book sul tema per il Sole 24Ore, insieme al giornalista fiscalista Dario Deotto e al legale Francesco Rampone, che uscirà con il più importante quotidiano economico italiano martedi 24 maggio.

Maggiori informazioni sul blog siamotuttinonfungibili.it

Lascia un commento