RepTv L’atmosfera del silenzio per i vicoli di Bari Vecchia, trasformata in una zona rossa

Quest’anno è il silenzio, soprattutto, per i vicoli di Bari vecchia trasformata in una zona rossa, sul sagrato della basilica dalle porte chiuse, sul lungomare deserto. La festa di San Nicola patrono di Bari, lungo tre giorni pieni, vivi, antichi, dal 7 al 9 maggio, è sempre stata soprattutto rumore, vociare, prossimità; albe affollate di fedeli che vanno a messa nella cripta; mattine bianche di pellegrini che arrivano cantando a piedi da Abruzzo, Molise, Campania; calca gioiosa dei trecentomila che trasformano le strade in un secondo mare perché quello vero è del santo, del vescovo di Myra che, esattamente come accadde nel 1087, per i secoli a venire ha continuato ad arrivare per mare, in processione su una barca. Ma non quest’anno.Il ricordo dell’attore e regista Vito Signorile delle feste che furono

a cura di Antonella Gaeta


Fonte originale: Leggi ora la fonte