Scomparsa a Crema, nessuna traccia nella vasca di liquami

(ANSA) – MILANO, 23 AGO – Nessuna traccia di Sabrina Beccalli
nella vasca agricola che è stata svuotata dai liquami nel corso
delle indagini sulla scomparsa della donna di Crema, per cui è
in custodia cautelare carcere l’amico Alessandro Pasini, con
l’accusa di omicidio e distruzione del cadavere.
    Le indagini dei carabinieri di Cremona, coordinate dal pm Lisa
Saccaro, proseguiranno nell’area, ricca di rogge e canali, della
zona di Crema in cui è stata ritrovata l’auto carbonizzata della
vittima.
    Nei prossimi giorni sono attesi i risultati dei rilievi del
Ris nell’abitazione della ex fidanzata di Pasini, dove il gip di
Cremona, Giulia Masci, ritiene “maggiormente verosimile” che
l’uomo “abbia posto in essere un atto violento” nei confronti di
Sabrina Beccalli “per poi occultarne il corpo”.
    Nell’interrogatorio di garanzia venerdì l’indagato si è difeso
sostenendo che la donna è morta per una overdose di cocaina ed
eroina. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte