Serie A, 8 club contro la ripartenza: “Ci sarebbero rischi incalcolabili”

Parma, Spal, Brescia, Torino, Sampdoria, Udinese, Genoa e Cagliari dicono no alla ripresa: “Cosa accadrebbe in caso di nuovi contagi?”

Quali effetti giuridici potrebbero subire calciatori o club se il campionato si interrompesse di nuovo per il contagio da coronavirus? È uno dei tre quesiti per la Figc che 8 club su 20, contrari alla ripresa, hanno sollevato alla vigilia dell’assemblea della Lega Serie A, che si terrà domani.

IL DUBBIO

—  

“L’assunzione del rischio di un fatto non più imprevedibile potrebbe ricadere sul club che si è assunto il rischio di prosecuzione pur in presenza di un rischio incalcolabile”, si legge nel documento. A quanto si apprende, dopo il Consiglio che si è riunito nel pomeriggio, la Lega sta preparando un documento tecnico unitario.

I CLUB CONTRARI

—  

I club contrari la ripresa del campionato sarebbero Parma, Spal, Brescia, Torino, Sampdoria, Udinese, Genoa e Cagliari. L’assemblea di Lega di domani ci dirà che tipo di riscontri troveranno le rivendicazioni delle 8 società che dicono no alla ripresa.



Fonte originale: Leggi ora la fonte