Tardelli contro Chiellini: “Non si parla così dei colleghi”. Moratti: “Sorpreso, mi spiace per Balotelli”

L’ex campione del mondo critica l’autobiografia del difensore: “Le sue sono parole dure, da capitani come Zoff e Scirea ho imparato il rispetto dell’avversario”

“Sono veramente dispiaciuto delle dichiarazioni di Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale, della Juventus e uomo di spicco nel direttivo Aic”. Lo ha scritto su Facebook Marco Tardelli a proposito dei contenuti del libro di Giorgio Chiellini.

Zoff e Scirea

—  

“Parole dure nei confronti di compagni-colleghi che dovrebbero considerarlo un punto di riferimento. L’odio dichiarato verso un altro club crea odio. Da Capitani come Zoff e Scirea ho imparato il rispetto per l’avversario anche nella lotta più dura” ha scritto l’ex campione del mondo del 1982.

L’amarezza di Moratti

—  

Sulla vicenda è intervenuto anche Massimo Moratti: “Mi è dispiaciuto perché Chiellini mi sta simpatico, è un ragazzo intelligente, educato, non mi aspettavo questo sfogo – ha dichiarato l’ex presidente dell’Inter ‘La domenica sportiva’ su Raidue -. Mi è dispiaciuto, niente di più. E mi dispiace per Balotelli, che è un bravo ragazzo”. Moratti ha poi detto la sua sul momento dell’Inter: “Sarebbe ottimo per l’Inter riuscire a tenere Lautaro, ha un grande potenziale non ancora espresso completamente. Icardi? Immagino sia qualcosa di finito all’Inter, rimane un grandissimo attaccante e deciderà il Psg se tenerlo o scambiarlo con qualche altro giocatore se avesse altre esigenze. Non penso proprio di tornare un giorno alla guida del club, l’Inter è fortunata perché è in ottime mani, tutte le speranze sono in questa nuova proprietà che ha i mezzi e la voglia di fare bene”. Sulla ripartenza del calcio in Italia: “Tutti abbiamo voglia di vedere calcio perché è bellissimo, perché appassiona, ma poi bisogna vedere se questo è giusto in un momento come questo. Credo sia normale la prudenza delle autorità, mi pare ci sia un senso di responsabilità molto forte che tutti dovremmo avere”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte