Tennis: Gaudenzi “a metà maggio decideremo su tornei estivi”

(ANSA) – ROMA, 10 MAG – “Smettere ora non sarebbe saggio,
nessuno sa cosa accadrà. Vogliamo rimanere ottimisti”. Lo ha
detto Andrea Gaudenzi in una intervista pubblicata da
Supertennis. Al momento lo stop del circuito resta fino al 12
luglio: la prima dead line per decidere il futuro di quel che
resta della stagione è stata fissata per metà maggio, come
conferma lo stesso Gaudenzi: “Al momento davanti a noi ci sono
solo scenari ipotetici ed è per questo che non abbiamo ancora
deciso. Tra le opzioni potrebbero esserci le porte chiuse, oltre
a varie scelte da fare in merito alle restrizioni per i
viaggiatori. Ci siamo dati il 15 maggio come data di scadenza
per i tornei post Wimbledon a luglio e il primo giugno per
decidere sugli appuntamenti di agosto. Abbiamo una finestra che
va dalle sei alle otto settimane per decidere se giocare o no un
torneo, non di più. Però, ripeto voglio essere ottimista”.
    Singolare ciò che sta avvenendo in Canada riguardo gli eventi
estivi dedicati al tennis. Nelle scorse settimane
l’organizzazione della Rogers Cup aveva cancellato
definitivamente per il 2020 il torneo Wta Premier di Montreal,
rimandandolo al prossimo anno con sede invariata (La Rogers Cup
ogni anno inverte le sedi per i tornei Atp e Wta tra Toronto e
Montreal). Tennis Canada, tuttavia, ha cancellato tutti gli
eventi fino al 31 agosto ad eccezione dell’Atp Rogers Cup, il
Masters 1000 in programma a Toronto. Rimane dunque aperta la
possibilità di far svolgere almeno il torneo maschile, in
programma a Toronto dal 7 al 16 agosto. Da decidere poi il
destino degli US Open in calendario a fine agosto. Resta poi da
vedere se il Roland Garros sarà riprogrammato dal 27 settembre
all’11 ottobre, spostato quindi di un’altra settimana rispetto
alle date comunicate inizialmente, in accordo con ATP, WTA e ITF
per far spazio alla stagione sulla terra rossa che prevede anche
gli Internazionali BNL d’Italia. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte