Tragedia in Russia: morto per infarto il 22enne Samokhvalov della Lokomotiv

Il difensore, nessuna presenza con la prima squadra del club di Mosca, si è sentito male durante una seduta individuale

La Lokomotiv Mosca ha annunciato oggi la morte del 22enne difensore Innokentiy Samokhvalov durante una sessione di allenamento individuale a causa dell’isolamento a cui anche i giocatori, così come la popolazione russa, sono obbligati per arginare la pandemia di Covid-19. “Si è sentito male durante una sessione di allenamento individuale. Le circostanze verranno chiarite”, ha dichiarato il club in una nota.

NEL KAZANKA

—  

Arrivato al club nel 2015, Samokhvalov non era mai apparso nella prima squadra e aveva militato nel Kazanka, la squadra B del Lokomotiv che gioca nella terza divisione russa. “Era un uomo gentile e comprensivo, un buon amico. È un grande dolore per la nostra famiglia”, ha aggiunto il Lokomotiv Mosca. Il suo allenatore nel Kazanka, Alexandre Grichine, ha svelato a R-Sport che il giocatore è morto per un “arresto cardiaco”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte