Turbativa d’asta in concorso, fine indagini per un ex dirigente lavori pubblici comune di Cervia, il titolare della ditta cervese ed un dipendente che fu incaricato di redigere l’offerta. 5 milioni di euro, l’importo della gara.

Arrivano guai in Comune, nonostante le tante iniziative del sindaco Luca Coffari.

A finirci dentro sembra essere l’ex dirigente dei lavori pubblici – un 53 enne residente a Ravenna – presidente dell’allora commissione preposta all’aggiudicazione di gara di appalto di lavori pubblici, il titolare della ditta di Cervia – un 67enne di Cervia – che vinse l’appalto per la manutenzione strade nel 2015 e un dipendente, un 40enne di Faenza, della ditta cervese che fu incaricato di redigere l’offerta.

Tutti e tre sono ad un passo dall’essere rinviati a giudizio per turbativa d’asta in concorso (ora siamo alla comunicazione degli atti di fine indagine da parte del procuratore capo di Ravenna Alessandro Mancini) relativamente all’asta di aggiudicazione dei lavori pubblici relativi alla manutenzione delle strade del 2015 che ebbe un importo di 5 milioni di euro.

Il dirigente del comune di Cervia, proprio per queste indagini, non fu confermato in quel ruolo dal Sindaco Coffari.