Umbria valuta test arrivi più Paesi

(ANSA) – FOLIGNO (PERUGIA), 15 AGO – La Regione Umbria ha
deciso di continuare a fare i tamponi per la ricerca del
coronavirus direttamente all’aeroporto di Perugia anche per i
prossimi arrivi da Malta (già sono testati i passeggeri di un
primo volo). Sono poi in corso verifiche sulla possibilità di
estendere la procedura anche per gli arrivi da Paesi, come
l’Albania, per i quali è previsto l’isolamento di 14 giorni. E’
quanto emerso dalla riunione di oggi dell’unità di crisi della
Regione Umbria per analizzare le modalità per l’applicazione del
decreto del 7 agosto e l’ordinanza ministeriale sui rientri dai
Paesi più interessati dall’epidemia.
    Sotto monitoraggio al momento i passeggeri rientrati da Malta
a Perugia sottoposti a screening tramite tampone rino-faringeo
direttamente all’aeroporto San Francesco. Grazie a questa
procedura è stato individuato in poche ore un soggetto positivo.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte