UN ROMAGNOLO SUL PODIO DELL’ALPS TOURIST TROPHY INTERNATIONAL

Da Rimini al podio dell’Alps Tourist Trophy International, competizione motociclistica su strada sterrata: il Presidente del Team Azzurrorosa, Mirco Bettini, conquista un prezioso secondo posto.

Un secondo posto in classifica generale che porta la Romagna alla vetta del moto-rally: si è conclusa la prova più amata dai motociclisti off-road di tutta Europa, l’Alps Tourist Trophy International, il moto-challenge che unisce il piacere della guida su percorsi unici con la sfida nella navigazione e nella regolarità di marcia, fattori che hanno determinato la classifica finale. Tra i partecipanti, il pilota riminese Mirco Bettini, che fin dalla prima tappa ha dato dimostrazione di grande esperienza e tenacia.

Il percorso, che prevedeva un totale di 1500km su strade di montagna, non è stato sempre semplice: le tappe consistevano in impegnativi passaggi tra le Alpi piemontesi e francesi, che hanno messo a dura prova Bettini e la sua moto.

“Le prove erano insidiose” dichiara al termine della gara Mirco Bettini “fango, pietre, pioggia, moto ferme, hanno reso le tappe delle vere e proprie sfide. Nessun problema meccanico, nessuna caduta, tanto divertimento ed un solo grossolano errore di navigazione pagato caro”.

Nelle parole di Bettini da un lato il compiacimento per il piazzamento internazionale e dall’altro il rammarico per non aver potuto mantenere il podio guadagnato in tre delle sei giornate. Il pilota riminese non è nuovo a traguardi di questo tipo, aveva già infatti sbaragliato i colleghi centauri nell’edizione italiana del trofeo, lo scorso luglio.

“Purtroppo non sono riuscito a recuperare la prima posizione per un soffio ma devo essere soddisfatto del mio secondo posto assoluto” conclude il pilota, commentando positivamente alcune scelte strategiche coraggiose, come quella di provare direttamente in gara l’innovativo assetto AirTender con le sospensioni realizzate da Umbria Kinetics, dinamica azienda umbra che sta rivoluzionando il mondo del racing.

E meritata è la soddisfazione, visto che Bettini è secondo solo al rider Renato Zocchi, pluripremiato nel motocross, già vincitore del Rally dei Faraoni e costantemente tra i primi in classifica alla Parigi-Dakar.

Rientrati a Verucchio, il Team Azzurrorosa è già pronto a guardare alla prossima avventura, l’arrivederci è sulle colline romagnole e marchigiane per il terzo Corso Maxienduro, che vedrà piloti di tutta Italia apprendere dall’esperienza di Mirco Bettini i segreti della guida off-road. Segreti che da oggi parlano francese e profumano d’argento.

Lascia un commento