Usa a Gb, non chiederemo pena morte per ‘Beatles’

(ANSA) – NEW YORK, 19 AGO – Gli Stati Uniti non intendono
perseguire la pena di morte contro i ‘Beatles’ dell’Isis
accusati di essere coinvolti nell’esecuzione di ostaggi
americani e inglesi in Siria. In una lettera alle autorità
britanniche, il ministro della giustizia americano William Barr
afferma che se la Grand Bretagna soddisfarà la richiesta degli
Usa di condividere le prove sui due uomini che hanno ammesso di
essere membri dell’Isis, Washington non cercherà per loro la
pena di morte. I due sono attualmente detenuti in Iraq dai
militari americani: si tratta di El Shafee Elsheikh e Alexandra
Kotey, due membri del quartetto di militanti cresciuti in Gran
Bretagna e il cui accento ha portato al soprannome di ‘The
Beatles’. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte