Vanessa Paradis e Winona Ryders difendono Depp a processo

(ANSA) – LONDRA, 16 LUG – Vanessa Paradis e Winona Ryders non
credono alle accuse di violenza domestica rivolte nei confronti
di Johnny Depp dall’ex moglie Amber Heard. E sono scese in campo
nel processo per diffamazione intentato dall’attore americano a
Londra contro il tabloid britannico Sun – che nel 2018 lo bollò
come “picchiatore coniugale” – per difenderlo a spada tratta
nella loro esperienza di amiche e di sue ex compagne storiche.
    La testimonianza più decisa – nell’ennesima udienza di una
causa trasformatasi in questi giorni in scontro senza esclusione
di colpi sul racconto della breve vita in comune fra Depp e la
Heard, con accuse incrociate su chi sia stata la vittima e chi
l’aggressore in una relazione viziata da alcol e droga – è stata
quella della Paradis. La quale ha ricordato di conoscere Johnny
Depp da 25 anni, di essere stata “sua partner per 14, di aver
cresciuto con lui due figli” e di conoscerlo come una persona “generosa, attenta, gentile e non violenta”. Non solo: Paradis
ha anche bollato come “oltraggiose” le accuse contro di lui.
    Winona Ryders da parte sua ha premesso di “non essere stata
ovviamente presente” nelle vicende del matrimonio fra Depp e la
Heard. Ma ha comunque rivendicato di considerare lui tuttora il
suo “miglior amico, dopo aver fatto coppia per 4 anni”, e di non
averne mai subito comportamenti “aggressivi”. “Non voglio
chiamare bugiarda nessuno – ha concluso – ma dalla mia
esperienza con Johnny mi è impossibile credere che certe
orribili accuse siano vere”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte