VII edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa

selezione in ambito nazionale del progetto da presentare per l’Italia

 

E’ in corso la settima edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.

Il premio, che ha cadenza biennale ed è stato organizzato per la prima volta nel 2008, è nato a seguito della sottoscrizione della Convenzione Europea del Paesaggio da parte dei 39 stati membri tra cui anche l’Italia. L’iniziativa vuole premiare attività concrete ed esemplari per il raggiungimento degli obiettivi di qualità paesaggistica nel territorio.

La partecipazione dell’Italia al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, costituisce una importante occasione di promozione e divulgazione dei valori connessi al paesaggio.

 

Ogni Stato membro firmatario della Convenzione seleziona in ambito nazionale il progetto da candidare per il proprio Paese. Per l’Italia l’Ente proposto alla selezione è il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MiBACT).

 

Una Commissione, nominata dal Ministero, valuterà i progetti pervenuti in base agli effetti prodotti sul territorio, secondo quattro criteri indicati nel Regolamento del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa: sviluppo sostenibile, esemplarità, partecipazione pubblica e sensibilizzazione. Tra le proposte sarà selezionato il progetto che rappresenterà l’Italia. Tale progetto, oltre ad essere candidato al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa sarà insignito del Premio Nazionale del Paesaggio, attribuito dallo stesso Ministero, che verrà consegnato in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, prevista per il 14 marzo 2021.

 

Regolamento, bando e formulario per candidare i progetti di paesaggio sono pubblicati sul sito del MIBACT. https://www.premiopaesaggio.beniculturali.it/

Le proposte di candidatura potranno essere inseritefino al 15 dicembre 2020.

 

Tra gli obiettivi virtuosi relativi alla selezionela riqualificazione e valorizzazione di beni storico artistici, paesaggi rurali tradizionali; aree degradate o soggette ad abbandono; il contrasto al rischio idrogeologico e sismico; l’integrazione culturale tra vecchi e nuovi residenti, l’attuazione di forme di turismo sostenibile; l’attenzione verso i temi dell’accessibilità e dell’inclusione.

 

 

Facebook @premiodelpaesaggio

 

 

Cervia 20 novembre 2020

 

 

 



Fonte originale: Leggi ora la fonte