Violenza donne: Liguria in campo con cortometraggio d’autore

(ANSA) – GENOVA, 24 NOV – La scena finale della Carmen di
Bizet ambientata in un garage, ovvero in uno spazio quotidiano,
per raccontare e denunciare un orrore quotidiano, in un
cortometraggio girato dal regista e direttore del Teatro
Nazionale Davide Livermore in occasione del 25 novembre,
giornata mondiale contro la violenza sulle donne. E’ una delle
iniziative lanciata quest’anno da Regione Liguria sotto
l’hashtag ormai noto di #nessunascusa. “Con questo hashtag anche
quest’anno la Regione dare segnale, virtuale ma non meno
incisivo – dice l’assessore alle Pari opportunità Simona Ferro –
sappiamo come in questo momento di pandemia sia importante
rimarcare che molte donne, costrette a restare a casa, devono
subire ancora maggiormente atti di violenza fisica e
psicologica, nonostante le denunce siano in calo perché le donne
in queste condizioni non riescono neppure a chiedere aiuto”.
    L’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo sottolinea come “sia fondamentale lanciare un messaggio chiaro – afferma – ed è
ancora più fondamentale che sia la cultura ad aiutarci a
lanciare questo messaggio, mi auguro che questo corto possa
diventare “virale” soprattutto tra i giovani, per ricordarci che
la lotta contro la violenza sulle donne è anche un tema
culturale e che non bisogna mai abbassare la guardia”. A
interpretare i ruoli di Carmen e del brigadiere Don José, Alice
Arcuri e Sax Nicosia, entrambi attore del Teatro Nazionale. Il
direttore Davide Livermore spiega la scelta di servirsi di
quest’opera: “L’arte deve fare questo – afferma – mettere di
fronte alla società temi urgenti, a volte anche mostrare degli
orrori ma anche educare agli affetti, stimolare una relazione
tra i cittadini capace di portare a una maggiore coscienza su
temi fondamentali come il rispetto e l’uguaglianza”. Il
cortometraggio sarà pubblicato domani alle 8 su tutti i canali
social istituzionali. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte